Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini
Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini

Il luogo del silenzio: il Doubtful Sound

L’esperienza di una crociera nel Doubtful Sound è probabilmente uno dei ricordi più indelebili di un viaggio nell’isola del Sud della Nuova Zelanda. Il Doubtful Sound è un fiordo lungo oltre 40 km, che con i suoi 421 metri di profondità è il fiordo più profondo dell’Isola del Sud della Nuova Zelanda. Questo è uno dei luoghi più piovosi della Terra: in media ci sono oltre 200 giorni di pioggia all’anno, qui cadono infatti tra i 3.000 e i 6.000 mm di pioggia ogni anno. In questa regione del paese il clima cambia repentinamente per cui nella stessa giornata potete aspettarvi di avere sia pioggia che sole, sia caldo che freddo.

Il fiordo ha numerose splendide cascate, che sono spettacolari durante le frequenti piogge. Nell’Hall Arm, ci sono le Browne Falls che precipitano da un’altezza di 619 metri, mentre le Helena Falls a Deep Cove compiono un salto di 220 metri. La fauna selvatica è un altro motivo per visitare questo fiordo: durante la navigazione nel fiordo potrete vedere i delfini tursiopi, le foche, i pinguini e talvolta, nel punto dove il fiordo diventa mare aperto, anche le balene.

Alba sul Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini

Alba sul Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini

L’unico modo per visitare il fiordo è un escursione in barca e autobus da Manapouri. Nel fiordo vengono organizzate crociere di un giorno e di due giorni e una notte. La crociera di un giorno viene fatta a bordo del catamarano “Patea Explorer” mentre per la crociera di due giorni e una notte viene utilizzata la nave “Fiordland Navigator” che può ospitare fino a 70 persone.

La crociera certamente più completa e più bella è quella che permette di dormire in barca e osservare il fiordo alle prime luci dell’alba. Un esperienza davvero superlativa! L’escursione comincia dal molo di Manapouri attorno a mezzogiorno, da qui a bordo di un imbarcazione attraverserete il Lago Manapouri fino alla centrale idroelettrica (Manapouri Power Station) situata sul lato opposto del lago. Da qui un percorso in autobus vi porterà fino al Doubtful Sound, lungo il percorso è prevista una sosta panoramica dal Wilmot Pass da dove si ha una bella veduta sul fiordo. Giunti al Doubtful Sound vi imbarcherete dal molo di Deep Cove sulla nave per la vostra crociera nel fiordo.

Vegetazione, Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Vegetazione, Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini.

La nave parte attorno alle 14,30, dopo la partenza vi verranno offerti tè e pasticcini. Nel pomeriggio è prevista un escursione in kayak, adatta a tutti. Con il kayak costeggierete la Secretary Island e avrete modo di ammirare il fiordo da un angolazione particolare, se sarete fortunati potrete incontrare anche le otarie. Dopo l’esperienza in kayak un breve spuntino e poi di nuovo fuori sui ponti della nave ad ammirare i paesaggi del fiordo. La nave passa accanto ad una colonia di otarie orsine della Nuova Zelanda (Arctocephalus forsteri) nelle Nee Islets e poi raggiunge l’oceano aperto, qui se siete molto fortunati potrete avere un incontro d’eccezione: quello con le balene!

Balena, Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini

Balena, Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini

L’imbarcazione poi fa rientro nel fiordo dove ancorerà per la notte nel First Arm. Vi verrà servita la cena e poi a letto. Per la notte potete scegliere tra cabine doppie con bagno privato e cabine per 4 persone con letti a castello e bagni in comune. Alzatevi presto al mattino: l’alba è il miglior momento per ammirare questo fiordo selvaggio. La mattina all’alba la nave navigherà dal First Arm, dove abbiamo trascorso la notte, fino ad arrivare nell’Hall Arm. In questo percorso avrete modo di ammirare i paesaggi selvaggi di questo fiordo con cascate, foreste vergini, montagne. Ci sarà anche la possibilità di vedere i rari pinguini del Fiordland (Eudyptes pachyrhynchus) conosciuti anche come pinguini crestati o pinguini dal becco grosso. Sono pinguini endemici di questa area della Nuova Zelanda (vivono solo nel Fiordland e nella Stewart Island), sono animali di taglia media che raggiungono i 60 cm di altezza, questi pinguini sono in pericolo d’estinzione, secondo gli ultimi studi ne sono rimasti solo circa 2.500 coppie.

Pinguini, Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Pinguini, Doubtful Sound, Nuova Zelanda. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Il momento più magico della crociera sarà quello in cui ad un certo punto l’imbarcazione spengerà il motore e per una decina di minuti potrete ascoltare i suoni e i rumori del fiordo. Sentirete solo il rumore degli uccelli e in lontananza lo sbattere dell’acqua sulle rocce di lontane cascate. Questo vi farà comprendere il perché del nome che i Maori hanno dato a questo luogo: “Patea” che tradotto in italiano significa “Il luogo del silenzio”, nome più appropriato non potevano metterlo.

Booking.com
banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Polinesia