Ouvea, Isole della Lealtà, Nuova Caledonia. Author Thomas Ballandras. Licensed under the Creative Commons Attribution
Ouvea, Isole della Lealtà, Nuova Caledonia. Author Thomas Ballandras

Ouvea: un atollo corallino con una spiaggia di finissima sabbia bianca

Ouvea (132 km²; 4.359 abitanti (2004)) è l’isola più a nord dell’arcipelago delle isole della Lealtà. L’isola è quindi la più calda di tutte anche nell’inverno locale. Ouvea è formata da due isole principali, Ouvea e Mouli, collegate tra loro da un piccolo ponte, attorno a queste si trovano numerose altre piccole isolette che formano le Pléiades du Nord e le Pléiades du Sud.

Amministrativamente Ouvea è suddivisa in cinque distretti, da sud verso nord troviamo quello di Mouli, Fayaoué, Takedji, Saint-Joseph e Imone. Il villaggio più importante è quello di Fayaoué che è anche il centro amministrativo dell’isola.

Ouvea è uno degli atolli più belli del Pacifico, raggiunge un altezza massima di 46 metri e ha una spiaggia di sabbia bianca che si estende ininterrottamente per 25 km, attraversata da un’unica strada che in alcuni punti permette contemporaneamente la vista della laguna e dell’oceano. Spettacolari le falesie di Lékine e la spiaggia di Mouli.

Nota: I dati degli abitanti sono riferiti al Censimento 2004.

Ouvea, Isole della Lealtà, Nuova Caledonia. Author Thomas Ballandras.. Licensed under the Creative Commons Attribution

Ouvea, Isole della Lealtà, Nuova Caledonia. Author Thomas Ballandras

ISOLA DI OUVEA: COSA VISITARE

L’isola di Ouvea è un atollo corallino, uno dei più belli del Pacifico, con una spiaggia di finissima sabbia bianca che si estende sulla costa occidentale per quasi 25 chilometri.

Dall’altra parte dell’isola, lungo la costa orientale, una catena di scogliere coralline arresta le onde dell’oceano Pacifico, queste scogliere sono particolarmente belle in corrispondenza della baia di Lekine (a sud dell’isola), durante la bassa marea è possibile esplorare le scogliere, e le grotte in esse nascoste, in una di queste si trova una statua della Madonna, dalle scogliere la vista verso il ponte di Mouly (Mouli) è meravigliosa.

La zona più bella dell’isola è senz’altro quella meridionale, in particolare quella dove si trova il ponte di Mouly (Mouli) che collega l’isola principale con l’isolotto di Mouli, qui si trova una distesa di sabbia bianca e un mare con ogni sfumatura di blu e bianco.

Nell’isola sono da visitare il monumento ai martiri di Hwaadrila (Wadrilla), la vicina chiesa protestante del 1887, le grotte di Kong Hulup, a est di Fayaoué. Nella laguna dell’isola sono da vedere i numerosi isolotti che formano le isole Pléiades, e il più lontano atollo di Beautemps-Beaupré.

Booking.com
banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Polinesia