Cap Wabao, Maré, Isole della Lealtà, Nuova Caledonia. Author William S. Kessler. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike
Cap Wabao, Maré, Isole della Lealtà, Nuova Caledonia. Author William S. Kessler

Maré: l’isola dalle spiagge selvagge

Maré (641 km²; 7.401 abitanti) è l’isola più meridionale dell’arcipelago delle isole della Lealtà. L’isola è anch’essa – come le altre isole dell’arcipelago – un atollo corallino rialzato ed è anche l’isola più alta dell’arcipelago, infatti nel suo punto più elevato raggiunge i 138 metri. In lingua locale l’isola è chiamata Nengone.

Sul piano amministrativo l’isola è suddivisa in otto distretti: Guahma e Tadine a occidente, Wabao, Medu e Eni a sud-ovest, Pénélo a sud-est, La Roche a nord e Tawainedre verso oriente. I villaggi più importanti dell’isola sono quelli di La Roche e Tadine, ma il primo (La Roche) è il maggior centro amministrativo. L’interno dell’isola, che era l’antica laguna dell’atollo, è oggi ricoperto di una fitta e densa boscaglia, punteggiata da caverne e da cavità riempite d’acqua dolce e salata, tra queste la più famosa è l”Aquarium Naturel”.

Numerose e tutte bellissime e selvagge le spiagge dell’isola, di sabbia bianca finissima con i colori della laguna spettacolari e sulla quale si rispecchiano i famosi pini colonnari.

Nota: I dati degli abitanti sono riferiti al Censimento 2004.

ISOLA DI MARÉ: COSA VISITARE

Il centro principale dell’isola di Maré è la cittadina di Tadine, che si trova lungo la costa occidentale dell’isola, a sud di Tadine, si trova anche il cosiddetto Acquario Naturale (Kurewikaw), una piscina naturale, tra le rocce e collegata direttamente con il mare da acqua sotterranea, dove si possono ammirare alcuni pesci della barriera.

Il villaggio di La Roche, situato lungo la costa nord-orientale dell’isola, ha come principali attrazioni, la chiesa dell’antica missione fondata nel 1866, e la visita al Centro Culturale Yeiwene Yeiwene, che espone resti archeologici e informazioni sulla cultura e i costumi locali. Oltre a queste attrazioni vi si trovano anche i resti del cosiddetto muro di pietra di Hnaenedr, una struttura che risale al 250 d.C.

Tra le cose da non mancare di visitare è senz’altro il mercato di La Roche che si tiene due volte a settimana, il mercoledì e il venerdì, qui potrete incontrare l’amichevole popolazione dell’isola ed acquistare frutta e prelibatezze della cucina locale.

Maré, Isole della Lealtà, Nuova Caledonia. Author Bruno Moure. Licensed under the Creative Commons Attribution

Maré, Isole della Lealtà, Nuova Caledonia. Author Bruno Moure

Proseguendo verso oriente da La Roche si raggiunge il Salto del Guerriero (Saut du Guerrier), una scogliera rocciosa alta 30 metri che si erge sopra l’oceano, in questa zona si trovano altre formazioni rocciose. Lungo la costa est dell’isola si trova una bella spiaggia di sabbia bianca, la spiaggia di Patho-Kurine.

Le spiagge di Marè sono tra le più belle della Nuova Caledonia, i suoi fondali sono tra i più belli per lo snorkelling. Nella parte sud di Mare ci sono le spiagge più belle dell’isola: Shini, Locekol, Hnarewhajoine, Yedjele.

Meraviglioso è il sentiero (3500 metri a/r) che inizia dall’hotel Nengone Village e che passando in parte in un bosco di pini colonnari (Araucaria columnaris) e in parte lungo la spiaggia raggiunge il capo Wabao. Su queste spiagge è possibile trovare anche le belle conchiglie del nautilus.

Durante il nostro percorso abbiamo avuto la fortuna di essere accompagnati da una guida speciale: una cagnetta. Visto lo stato interessante della cagnetta, sicuramente oggi saranno disponibili diverse altre guide disposte ad accompagnarvi!

Il sentiero attraversa boschi di alti pini colonnari e meravigliose spiagge di fine sabbia bianca. La brezza e le onde che s’infrangono sulla barriera corallina, i pini colonnari che qualche volta raggiungono il mare, gli indimenticabili colori del mare e la solitarie spiagge di sabbia bianca, rendono selvaggiamente bello questo itinerario.

Durante questa passeggiata abbiamo trovato alcune conchiglie di Nautilus, tra le quali una piccolissima ma in perfetto stato. Noi siamo arrivati fino a capo Wabao da dove il sentiero continua fino alla baia di Pede.

La nostra rilassante camminata è durata circa 3 ore (a/r), comprese le molte pause.

Booking.com
banner
Close
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Guida Polinesia