Una spiaggia di Mauritius. Credit Mauritius Tourism
Una spiaggia di Mauritius. Credit Mauritius Tourism

Perchè visitare Mauritius? Le attrazioni più belle

LE MORNE BRABANT

Questa è una delle zone più belle dell’isola per il paesaggio marino che qui è contornato da una splendida montagna che ne fa da sfondo. Una penisola che si protende lungo la costa sud-occidentale di Mauritius, sovrastata da una montagna di basalto che s’innalza dalla superficie del mare fino ad oltre 550 metri. Questo è l’incantevole scenario che vi aspetta in questa zona dell’isola. Il tutto circondato da un splendida laguna e dal mare azzurro di Mauritius.

La montagna prende il nome da una nave della Compagnia delle Indie Olandese che qui fece naufragio nel 1783. Questa zona dell’isola per la sua bellezza è stata inserita nel ristretto cerchio dei luoghi patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Questa montagna per alcuni aspetti assomiglia alla mitica montagna dell’isola di Bora Bora in Polinesia Francese.

Le Morne, Mauritius. Credit Mauritius Tourism
Le Morne, Mauritius. Credit Mauritius Tourism
Le Morne, Mauritius. Credit Mauritius Tourism
Le Morne, Mauritius. Credit Mauritius Tourism

I GIARDINI BOTANICI DI PAMPLEMOUSSES

Nel nord dell’isola si trova un’altra gemma di Mauritius: i Giardini Botanici di Pamplemousses. Un giardino botanico che ha la particolarità di essere il più antico dell’emisfero australe, fu infatti fondato attorno al 1770. Oggi si estende su oltre 25.000 ettari. Il giardino è conosciuto per il suo lungo stagno di ninfee giganti (Victoria amazonica).

Il Giardino botanico di Pamplemousses. Credit Mauritius Tourism
Il Giardino botanico di Pamplemousses. Credit Mauritius Tourism
Ninfee giganti (Victoria amazonica), Giardini Botanici di Pamplemousses. Credit Mauritius Tourism
Ninfee giganti (Victoria amazonica), Giardini Botanici di Pamplemousses. Credit Mauritius Tourism
Giardino botanico di Pamplemousses. Credit Mauritius Tourism
Giardino botanico di Pamplemousses. Credit Mauritius Tourism

LA POPOLAZIONE E LA CUCINA

Mauritius ospita una variegata popolazione che ha origine da migrazioni provenienti principalmente dall’India, dall’Africa, dalla Cina, dal Madagascar e dall’Europa. La società isolana è multietnica, e le varie comunità vivono in armonia e rispetto. Anche da un punto di vista religioso la popolazione è molto variegata. La maggioranza degli abitanti segue l’induismo, professato dal 48,5% della popolazione. Molto seguiti sono anche il cristianesimo (32,7%) e l’islam (17,2%).

Il miscuglio tra la popolazione ha portato anche ad una straordinaria ricchezza culinaria. I piatti sono piuttosto piccanti, ma molto gustosi. L’influsso indiano è evidente nei sapori e nella piccantezza. Le spezie sono infatti una componente importante della cucina mauriziana. Ma anche la cucina francese e cinese hanno dato il loro contributo alla cucina dell’isola. Da non mancare una visita al mercato di Port Louis. Sono da provare i cibi venduti nelle bancarelle lungo le strade, il classico cibo di strada, ma che è disponibile anche nei centri commerciali. Lo zucchero, il té e il rum sono alcuni dei prodotti tipici dell’isola.

Alcuni abitanti dell'isola. Credit Mauritius Tourism
Alcuni abitanti dell’isola. Credit Mauritius Tourism
Mercato di Port Louis. Credit Mauritius Tourism
Mercato di Port Louis. Credit Mauritius Tourism

IL PARCO NAZIONALE DEL BLACK RIVER GORGE

Nel sud dell’isola c’è un altra gemma dell’isola, il Parco Nazionale del Black River Gorge. Il parco protegge la maggior parte della foresta pluviale rimasta nell’isola. Molte piante e animali endemici sono ancora presenti nel parco, tra questi i molti uccelli endemici dell’isola. Il parco è anche uno dei luoghi preferiti dagli amanti della natura e del trekking. In questa zona dell’isola, nelle vicinanze del parco, si trovano anche altre attrazioni da non mancare come le Rochester Falls, Souillac e le terre colorate di Chamarel.

Cascate nel sud dell'isola. Credit Mauritius Tourism
Cascate nel sud dell’isola. Credit Mauritius Tourism
Le terre colorate di Chamarel. Credit Mauritius Tourism
Le terre colorate di Chamarel. Credit Mauritius Tourism
Le Rochester Falls. Credit Mauritius Tourism
Le Rochester Falls. Credit Mauritius Tourism

IL MONTE PIETER BOTH

Questa montagna che sovrasta la capitale dell’isola, Port Louis è alta 820 metri ed è la seconda cima dell’isola. Il suo nome è dovuto ad un governatore della Compagnia delle Indie Orientali Olndesi. Ma la sua particolarità è la presenza sulla sua vetta di un enorme masso in bilico. All’epoca della colonizzazione inglese una leggenda popolare narrava che gli inglesi se ne sarebbero andati quando fosse caduta la pietra dalla cima della montagna. Ma gli inglesi non ci sono più e la pietra è sempre lì.

Il monte Pieter Both. Credit Mauritius Tourism
Il monte Pieter Both. Credit Mauritius Tourism
La strana pietra sopra al monte Pieter Both. Credit Mauritius Tourism
La strana pietra sopra al monte Pieter Both. Credit Mauritius Tourism

ILE AUX CERFS

Quest’isola situata lungo la costa orientale di Mauritius è la destinazione turistica più popolare dell’isola. L’Ile aux Cerfs è ricca di spiagge di sabbia corallina, acque turchesi e rigogliosa vegetazione tropicale. La visita di quest’isola è d’obbligo durante la tua vacanza nell’Ile Maurice.

Le montagne dell'isola. Credit Mauritius Tourism
Le montagne dell’isola. Credit Mauritius Tourism

ALLOGGI, APPARTAMENTI, B&B E HOTEL

Booking.com
Booking.com