Bandiera del Guatemala
Bandiera del Guatemala

Guatemala: antiche città Maya, vulcani e centri coloniali

Il Guatemala (República de Guatemala) è una repubblica presidenziale situata nell’America Centrale. Questo paese è bagnato a sud-ovest dall’Oceano Pacifico, e a est dal Mar dei Caraibi, confina a nord e a ovest con il Messico, a nord-est con il Belize, a est con l’Honduras, a sud-est con El Salvador. La capitale e la principale città del paese è Città del Guatemala (Ciudad de Guatemala), situata sull’altipiano a 1.500 metri d’altezza.

UNA LUNGA SERIE DI VULCANI

Il territorio guatemalteco è formato in larga parte da montagne, che per la gran parte sono rilievi vulcanici. Circa il 60% del territorio guatemalteco è montuoso. Due catene montuose attraversano il paese da ovest a est, le due catene sono separate dalla valle del fiume Motagua. La catena meridionale è la Sierra Madre, continuazione di quella messicana. Qui si trovano imponenti coni vulcanici, tutti i 37 vulcani del Guatemala appartengono a questa catena. Tra questi vulcani ci sono il Tacaná (4.093 m), il Santa María (3.772 m), l’Atitlán (3.537 m), il Fuego (3.763 m), l’Agua (3.766 m), e il Pacaya (2.552 m). Qui si trova anche il vulcano Tajumulco, che con 4.220 metri d’altezza, è la montagna più alta del Guatemala e dell’America Centrale.

La catena settentrionale è formata dai massicci degli Altos Cuchumatanes (3.993 m), della Sierra de Chuacús (2.651 m), e della Sierra de las Minas (3.140 m). A nord delle montagne si trova il tavolato calcareo del Petén, una regione piatta ricca di foreste, continuazione della penisola dello Yucatan in Messico. I corsi d’acqua del Guatemala sono generalmente brevi, in particolare quelli che scorrono verso l’Oceano Pacifico. Il maggiore fiume del paese è il Motagua (lungo circa 400 km) che sfocia nel Golfo dell’Honduras nel Mar dei Caraibi. Un altro importante fiume è l’Usumacinta, che segna parte del confine con il Messico. Tra i laghi, il maggiore è il Lago Izabal (590 kmq).

UN’ECONOMIA AGRICOLA

L’agricoltura è il più importante settore economico del Guatemala, vi vengono prodotti caffè, banane, canna da zucchero, mais, riso, fagioli e grano. Importanti sono anche il legname e l’allevamento di suini, degli ovini e dei bovini.

Una certa importanza è rivestita anche dal settore minerario, si estraggono sale, zinco, piombo, antimonio, nichel, tungsteno e petrolio. Le industrie più sviluppate sono quelle legate alla trasformazione dei prodotti agricoli come gli zuccherifici, i birrifici e gli impianti per la lavorazione del caffè. Notevole anche l’afflusso turistico, grazie ad attrazioni come Tikal, il Lago Atitlan, Antigua Guatemala. Le attrazioni turistiche del Guatemala.

Il clima del Guatemala.

Superficie: 108.889 kmq. (Arativo 17,5%, Prati e Pascoli 23,9%, Foreste e Boschi 53,4%, Incolto e Improduttivo 5,2%)
Popolazione: 17.200.000 (agg. 2018) (Amerindi 55%, Mestizos (discendenti di europei e amerindi) 30%, Europei 15%).
Capitale: Città del Guatemala.
Lingue: Lingua ufficiale è lo spagnolo. Gli indios parlano lingue Maya (23 sono le lingue amerindie riconosciute, tra cui: Quiche, Cakchiquel, Kekchi, Mam, Garifuna, e Xinca) .
Religione: Cattolica Romana 70%; Protestante 30%.
Moneta: Quetzal (GTQ)
Fuso orario: -7 ore rispetto all’Italia (-8 ore quando in Italia vige l’ora legale). UTC -6 ore.

ALBERGHI, APPARTAMENTI, B&B E HOTEL

Booking.com
Booking.com